DETRAZIONE 50% PER SISTEMI DI ACCUMULI SU FV

    A seguito dell’interpello di un contribuente, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito (risposta n. 8 del 19 settembre 2018) il caso in cui l’installazione di un sistema di accumulo, collegato a un impianto fotovoltaico, dà diritto alla detrazione Irpef del 50%.

     

    In linea generale, come chiarito dalle Entrate, un sistema di accumulo ha la funzione di immagazzinare l’energia prodotta in esubero dall’impianto fotovoltaico e di rilasciarla nei momento in cui lo stesso impianto non riesce a sopperire alle esigenze energetiche dell’abitazione; pertanto, in base a quanto precisato dal Ministero dello sviluppo economico, l’installazione di un sistema di accumulo non può ritenersi di per sé un intervento finalizzato a conseguire un risparmio energetico.

    Tuttavia, tale intervento può rientrare tra quelli ammessi alla detrazione (lettera h del comma 1 dell’articolo 16-bis del TUIR) se l’installazione del sistema di accumulo sia contestuale o successiva a quella dell’impianto fotovoltaico: in tale ipotesi il sistema si configura come un elemento funzionalmente collegato allo stesso ed in grado di migliorarne le potenzialità (circolare del 27 aprile 2018, n. 7).

    Inoltre, si precisa che ai fini della fruizione della detrazione, il limite di spesa ammesso alla detrazione (attualmente pari a euro 96.000) rimane unico e riguarda sia l’impianto fotovoltaico che il sistema di accumulo, fermo restando tutti i requisiti e le condizioni previste dalla normativa di riferimento.

     

    RispostaAe-19settembre2018-8