NUOVE RESTRIZIONI PER CALDAIE E STUFE A BIOMASSA

NUOVE RESTRIZIONI PER CALDAIE E STUFE A BIOMASSA

Dal 1° ottobre scorso sono entrate in vigore le nuove restrizioni relative a caldaie e stufe a biomassa (pellet e/o legna), previste dall’Accordo di Bacino Padano per “l’attuazione di misure congiunte per il miglioramento della qualità dell’aria nella pianura padana”.

 

In Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto dal 1° ottobre è vietato:

  • installare generatori con una classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “3 stelle”
  • continuare ad utilizzare generatori con una classe di prestazione emissiva inferiore a “2 stelle”

inoltre nell’Accordo di Bacino Padano è previsto

–  dal primo ottobre 2018 , di installare generatori con una classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “3 stelle” e di continuare ad utilizzare generatori con una classe di prestazione emissiva inferiore a “2 stelle”;
dal primo gennaio 2020, di installare generatori con una classe di prestazione emissiva inferiore alla classe “4 stelle” e di continuare ad utilizzare generatori con una classe di prestazione emissiva inferiori a “3 stelle”

– prevedere, nei piani di qualità dell’aria, l’obbligo di utilizzare, nei generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellet di qualità

– prevedere nei piani di qualità dell’aria, in tutti i casi previsti dall’articolo 11 comma 6 del decreto legislativo 28/2011, il ricorso ad impieghi delle fonti rinnovabili diversi dalla combustione delle biomasse, per assicurare il raggiungimento dei valori di cui all’allegato 3 di tale decreto, nelle zone presso le quali risulta superato uno o più dei valori limite del PM10 e/o il valore obiettivo del benzo(a)pirene.

 

Accordo di Bacino Padano 2017